p.iva 09986221001
bioprojectgroup@gmail.com

Progettazione Bioclimatica ed Impiantistica Asilo Nido e Centro Culturale Grottaperfetta (RM)

Il progetto riguarda la realizzazione di un Centro civico e di un Asilo nido. Su incarico e in stretta collaborazione del progettista Architettonico Alvisi Kirimoto &  Partners sono state sviluppate le linee guida progettuali e le soluzioni tecnologiche per l’adeguamento del progetto preliminare, vincitore di uno dei concorsi “Meno e Più”, per il rispetto degli obiettivi  di efficienza energetica individuati in sede di concorso e alle richieste normative più recenti, che fissano  precisi parametri di contributo di Fonti energetiche rinnovabili FER, nonché di prestazioni energetiche, più stringenti di quelli stabiliti nella prima fase progettuale. Oltre a questo è stata curata la progettazione di dettaglio di tutti i sistemi impiantistici, a livello definitivo, che servono l’edificio, sia gli impianti tradizionale che quelli ad alta efficienza e a fonti rinnovabili. Il Progetto, che raggiunge livelli di risparmo energetico molto elevati rispetto allo standard, una volta realizzato, costituirà un importante best pratice di riferimento  a livello Nazionale ed internazionale

Per definire in modo preciso le strategie tecnologiche da adottare si è  prodotto un modello 3D sul quale si sono effettuate numerose simulazioni energetiche e di interazione con i fenomeni climatici (ventilazione, soleggiamento), utilizzando software avanzati di simulazione dinamica come DesignBuilder/Energy Plus, Autodesk Ecotect. In accordo con il team di progettazione sono state quindi definite le soluzioni di involucro (materiali, livello di isolamento, sistemi di schermatura) e i dispositivi impiantistici più efficienti  e che garantissero il miglior rapporto costi benefici. Dal punto di vista bioclimatico il Centro civico/Biblioteca sarà dotato di una grande vetrata che permetterà il riscaldamento passivo invernale, mentre per l’ Asilo si è studiata una soluzione buffer di “doppia pelle vetrata”, integrata ad un sistema di ventilazione forzata, a sua volta collegato ad un sistema di scambio geotermico ad aria (Sistema Geocooling/heating),  che permetterà una significativa riduzione sia dei consumi invernali che estivi. Come generazione di energia sono previste Pompe di calore (collegate alle UTA) ad alta efficienza e un impianto fotovoltaico da 51kWp

Hanno collaborato: Arch. Francesco Cossu (Responsabile progetto Impianti), Ing. Camilla Baldassarre, Arch. Alessandra Venuti